Un Vecchio

 


Un vecchio, seduto

con i trucioli della memoria

a terra abbandonati,

intaglia l'attimo.

 

Gli occhi pazienti

penetrano le nubi;

il ricordo del cielo confitto

in un punto sperduto dell'esistenza.

 

Una repentina sagoma si staglia,

occhi verdi felini inseguono un ronzio;

l'istinto cacciatore si smorza in uno sbadiglio,

si distende il corpo nel luminoso tepore.

 

Foglie autunnali abbandonano il ramo,

il vecchio spalanca le braccia e il sorriso;

il vento sottrae la preda leggera

le mani stringono aria giocosa.

 

Il sole discretamente prende commiato

dal silenzioso amico ormai appisolato;

le stelle distendono dolcissima seta

su chi “Ho vissuto” confessa.